SUBURBAN PAGES

Design team: R3Architetti, Lorenzo Bernardi

Literary project: Beppe Severgnini, Stefania Chiale

Year: 2014

Type: Design

Recipient: Renzo Piano and the G124 group

000

R3’s versatility and curiosity stretch beyond architecture and design and has led them to realise the literary project "Suburban Pages " in collaboration with journalists Beppe Severgnini and Stefania Chiale.

R3 crafted a four-page volume illustrated with pop-up images: on each page a literary excerpt describes the suburbs of an Italian city. Rome, portrayed by Pier Paolo Pasolini in "Ragazzi di Vita" (1955), opens the collection. On the second page we find Alessandro Perissinotto’s "Le Colpe dei Padri" (2013) that depicts the district Falchera in Turin. On the third page is an excerpt from "Venere Privata" (1966) by Giorgio Scerbanenco, where the author talks about Milan’s work decentralization. The book ends with a passage from Roberto Saviano’s "Gomorra" (2006) capturing the Neapolitan cityscape.

The book "Suburban Pages" has been presented at the Italian Senate on the 27th of November 2014 during the meeting of the G124 Group coordinated by architect Renzo Piano.

PAGINE PERIFERICHE

Progettisti: R3Architetti, Lorenzo Bernardi

Progetto letterario: Beppe Severgnini, Stefania Chiale

Anno: 2014

Tipologia: Design

Destinatari: Renzo Piano e il gruppo G124

000

La dinamicità e la curiosità di R3 anche al di fuori del campo dell’architettura e del design ha portato alla realizzazione del progetto letterario “Pagine periferiche”, ideato insieme allo scrittore e giornalista Beppe Severgnini ed alla giornalista Stefania Chiale.

In un volume di quattro pagine sono state raccolte altrettanti estratti letterari che affrontato il tema delle periferie in quattro città italiane. La prima è Roma, descritta da Pier Paolo Pasolini in “Ragazzi di vita” del 1955, seguita dal racconto di Alessandro Perissinotto in “Le colpe dei Padri” del 2013 in cui viene delineata la struttura del quartiere Falchera a Torino. Nella terza pagina è stato riportato un estratto del libro “Venere privata” di Giorgio Scerbanenco (1966) in cui l’autore parla del decentramento del lavoro nella città di Milano. Il volume si conclude con un estratto sul paesaggio napoletano descritto da Roberto Saviano in “Gomorra” del 2006.

R3 si è occupato di illustrare, attraverso delle raffigurazioni pop-up, ciascuna citazione.

Il risultato finale ha dato vita al libro “Pagine periferiche” presentato alla riunione del gruppo G124 coordinato dall’architetto genovese Renzo Piano, avvenuta in Senato il 27 novembre scorso.